Claudia Capellini, ecco “la Belen” di Giorgio Panariello

Il comico e la sosia sono innamorati pazzi e i 26 anni di differenza non li sentono proprio. Giorgio Panariello ha scelto il look da ragazzino, come mostrano le foto del settimanale Chi, per la sessione di shopping milanese con la fidanzata Claudia Maria Capellini, una modella 30enne che somiglia molto a Belen Rodriguez.

C_2_fotogallery_3012449_20_image

Il comico toscano sfoggia un giubbino in jeans, cappellino blu in testa, tshirt bianca e pantaloni chiari. La fidanzata indossa tshirt colorata, giubbino verde militare e una minigonna in jeans con calze a rete. La Capellini è occupata a chattare con lo smartphone, Panariello la segue portando i pacchi con i neoacquisti. La somiglianza della modella con la Rodriguez è evidente, ma come scrive Chi Belen ormai è diventata il canone di bellezza al quale tutte si ispirano, non sempre con successo.

Cancro alla pelle dopo anni di lettini solari, la miss 25enne: “Era un’ossessione”

Il lettino abbronzante per la reginetta di bellezza Brittany Winchester era un’ossessione e quando ha scoperto di avere un tumore alla pelle era troppo tardi. “Facevo una lampada quasi tutti i giorni, ci restavo tutto il tempo che mi era permesso, senza mai mettere la crema solare”, dice la ragazza che stava per competere per il titolo di Miss Indiana quando ha scoperto di avere un cancro. Aveva appena 25 anni.

41370478

Adesso che è guarita ha scelto di partecipare al concorso per diventare Miss Usa e di mettere in guardia le persone dai rischi delle lampade. In passerella, infatti, ha sfilato con un’abbronzatura fatta con lo spray: “Mai più un solarium, al massimo un’abbronzatura spray o un autoabbronzante”.
A Brittany nel 2015 era stato diagnosticato il basalioma, il tumore alla pelle più frequente ma ritenuto il meno aggressivo dei tumori cutanei perché dà raramente metastasi. Si è sottoposta a un intervento per rimuovere il tumore. Da tempo i lettini abbronzanti sono sotto accusa perché rappresentano un pericolo per l’insorgenza della malattia. Secondo la Fondazione Melanoma Research utilizzare i lettini abbronzati prima dei trenta anni aumenta il rischio di melanoma del 75 per cento.

“Mattino 5”: matrimonio in stile Bollywood su nave da crociera italiana

Oltre 1000 ospiti, 60 chef selezionati con criteri rigorosi, quattro giorni di festa e una nave della compagnia Costa Crociere noleggiata per l’occasione. Sono solo alcuni dei numeri del matrimonio “da maharaja” tra l’indiano Adel Sajan, direttore della Danube Group e della regina di bellezza Sana Khan.

640x360_C_2_video_709509_videoThumbnail

I due volevano stupire gli amici con qualcosa di insolito e ci sono riusciti pronunciando il fatidico “sì” in mezzo al mare, circondati dallo sfarzo offerto dalla Costa Fascinosa, noleggiata dalla coppia per garantire l’imbarco ai soli invitati.
La nave è salpata da Genova il 5 aprile alla volta di Barcellona. Il 7 ha fatto rotta verso Marsiglia e il giorno successivo ha attraccato al porto di Cannes, dove, a bordo della imbarcazione ferma in rada, si è celebrato il matrimonio in puro stile indiano.
E’ la prima volta che un privato affitta una nave da crociera per una ricorrenza famigliare, ma dopo le nozze di Adel Sajan e Sana Khan è facile che altri “nuovi Paperoni” di Cina e India non vogliano essere da meno.

Alta, bella e bionda? Per conquistare il maschio italiano la bellezza non basta più: ecco cosa è cambiato…

Gambe slanciate? Occhi da cerbiatta? lato B? Per colpire un uomo nel cuore non basta più l’aspetto fisico. Secondo una ricerca condotta da studiosi della Nortwestern University e dell’University of Innsbruck il maschio moderno, infatti, dà più valore al cervello che alla bellezza se cerca una partner per una relazione duratura.

34900388

“La nostra indagine suggerisce che le preferenze degli uomini, ma anche quelle delle donne, si sono adattate con insospettabile rapidità ai progressi rispetto all’equità di genere”, spiega Marcel Zentner, psicologo dell’ateneo austriaco. Lo studio confuta dunque i pregiudizi che spesso gravano su questo delicato aspetto della questione.
Il cervello vince sulla bellezza, dunque? “La flessibilità consente alle persone” di selezionare “partner che minimizzano i costi e massimizzano i benefici che potranno sperimentare nella loro vita futura”, interviene Alice Eagly della Northwestern. Insomma, se nei programmi di un uomo o una donna c’è una famiglia, preferirà un partner con skill domestici; se lei si vedrà a casa per crescere un figlio sceglierà un compagno più grande e con una carriera solida, e così via. “Nel mondo di oggi, in cui entrambi i partner possono (e spesso devono) lavorare per raggiungere uno stile di vita soddisfacente, molti uomini vogliono una moglie colta e intelligente, che possa avere buone prospettive di guadagno”, sintetizza Eagly. L’indagine è pubblicata su ‘European Review of Social Psychology’.