Roman Abramovic e Dasha Zhukova si dicono addio dopo 10 anni

Insieme alla bacheca dei trofei evidentemente vuole collezionare anche quella dei divorzi. Per Roman Abramovic, magnate russo e proprietario del Chelsea, quello con Dasha Zhukova è il terzo: dopo dieci anni di matrimonio infatti, il miliardario e la fondatrice dell’ormai più famosa galleria d’arte contemporanea di Mosca “Garage” hanno annunciato la fine della loro relazione.

abramobacon

Dopo il primo matrimonio del 1987 con Olga Yurevna Lysova, terminato tre anni dopo, e il secondo con Irina Malandina, da cui aveva avuto cinque figli, conclusosi nel 2007, per Abramovic non c’è due senza tre. Ma rispetto alla separazione con Irina, questa volta le cose sono andate assai meglio: alla seconda moglie infatti, il proprietario del Chelsea dovette garantire ben 300 milioni di dollari di risarcimento. “Rimaniamo buoni amici, genitori e partner nei progetti che abbiamo sviluppato congiuntamente – ha dichiarato la coppia – e ci impegniamo a crescere insieme i nostri due bambini”.
La separazione insomma, almeno per ora, non porterà ad un bagno di sangue. Bisognerà vedere certo se il Chelsea di Conte, reduce dalla vittoria della Premier League, risentirà di questo addio tra i due coniugi: con tutti i soldi spesi per le ex mogli, il calciomercato darà lo stesso i suoi frutti?

Ecco come si allena tutte le mattine Cristiano Ronaldo

Estate è spiaggia, sole, mare. In una parola, relax. Non per Cristiano Ronaldo, che cura la propria forma fisica 365 giorni l’anno e persino con il caldo di questi giorni.

640x360_C_2_video_743546_videoThumbnail

Il calciatore portoghese ha infatti condiviso su Instagram una brevissima sessione dei suoi esercizi: affondi sulla pedana scorrevole. A fargli compagnia, un gatto che non sembra avere le stesse intenzioni ginniche della stella del Real. Volete un fisico come Cristiano Ronaldo? Provate a seguire i suoi allenamenti mattutini.

Olanda-Italia, ecco come si surriscaldano le curve

Foto intriganti, selfie svestite, mise da urlo allo stadio. Le wags azzurre e arancioni sono pronte a rubare la scena ai mariti, compagni, fidanzati. Famose o non, non restano più dietro le quinte, ma diventano fondamentali per surriscaldare gli spalti. Per la partita amichevole ad Amsterdam, l’Italia schiera Jessica Immobile e Michela Persico, mentre la formazione olandese si affida alle curve di Yolanthe Sneijder e Karrueche Tran.

C_2_fotogallery_3010384_45_image

L’Italia, sempre imbattuta in gare amichevoli contro l’Olanda, con sette vittorie e sei pareggi, schiera in difesa Leonardo Bonucci con la sua Martina Maccari, mentre a centrocampo troviamo Davide Zappacosta con Morena Urzini, Daniele De Rossi con la moglie e attrice Sarah Felberbaum e Lorenzo Insigne con la moglie e madre di due maschietti, Jenny Darone. In attacco Ciro Immobile con la sua irresistibile Jessica Melena, sposata nel 2014.
Pronte per il fischio d’inizio le wags “arancioni”. In attacco l’Olanda schiera Memphis Depay con la modella americana Karrueche Tran, il calciatore Bas Dist con Annefleur De Leeuw. E’ solo un’amichevole ma gli Orange non vogliono fare brutta figura e allora in campo scendono Wesley Sneijder con la moglie attrice e presentatrice tv, la sexy olandese Yolanthe Cabau (i due si sono sposati in Italia a Castelnuovo Berardenda, un piccolo comune in Toscana) e Marten De Roon con Ricarda.

Maradona, Siani e “Tre volte 10”: “Incantato dalla gente di Napoli”

«Ai napoletani racconterò il Maradona di dentro, quello che stava nella testa di ogni tifoso del Napoli. Non credo che sia mai accaduto a un altro giocatore». Così Diego Armando Maradona ha illustrato alla stampa lo show “Tre volte dieci” – scritto e diretto da

2197436_whatsapp_image_2017_01_15_at_17.29.30

Alessandro Siani – di cui sarà protagonista domani sera al teatro San Carlo e che fa registrare il tutto esaurito.
«Il teatro più bello lo abbiamo noi napoletani – ha proseguito Maradona – è il San Carlo». Accanto a lui il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e Alessandro Siani. «Benvenuto a Napoli – ha detto de Magistris – ti invitiamo a maggio per fare una grande festa. Il calcio è cultura».